Parmigiano Reggiano DOP 48 mesi - punta 500 g Visualizza ingrandito

Parmigiano Reggiano DOP 48 mesi - punta 500 g

BER003

Nuovo prodotto

Parmigiano Reggiano DOP 48 mesi Bertinelli - punta 500 g

Maggiori dettagli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 18 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 18 Punti fedeltà può essere convertito in un buono di 0,36 €.


18,90 €

Dettagli

Un Parmigiano Reggiano di grande eccellenza! Stagionato  48 mesi!
Occorrono ben quattro anni di stagionatura per creare il formaggio 48 mesi.
L'aspetto di questo formaggio è più compatto, irregolare, rugoso senza mai perdere la sua caratteristica principale: l'elasticità. Il colore è più intenso, ambrato e sono più visibili i pigmenti bianchi tipici della cura che gli è stata riservata. Al palato il suo sapore risulta più complesso, pungente e rimanda il nostro corpo e la nostra mente al sapore caldo della nocciola, della noce, della castagna e della mandorla.
È perfetto per essere accompagnato da una golosa gelatina di Lambrusco e da un vino da meditazione tipo Sauternes o con il sapore forte ed intenso di un buon Barolo...

L’elevata qualità della materia prima ed una lavorazione attenta e meticolosa permettono di effettuare stagionature anche estremamente lunghe, fino ad oltre 100 mesi, con risultati davvero eccezionali per aromi di spezie e di tartufo: delizia allo stato puro!

Universalmente considerato “il Re dei formaggi” è consigliato a tutti  nell’alimentazione di ogni giorno. È uno dei pochi alimenti rimasti che sono ottenuti in modo completamente naturale, senza nessun additivo! Solo latte, caglio e poco sale!

Il Parmigiano-Reggiano è l'unico formaggio che può sopportare senza additivi una  lunga stagionatura che esalta le qualità organolettiche di questo prezioso alimento. Calcio, fosforo e aminoacidi sono i principali elementi nutritivi che lo rendono un alimento ricco di sostanze facilmente assimilabili e quindi adatto nell’alimentazione di tutti, a partire dalla prima infanzia.
Il Parmigiano-Reggiano è indicato anche alle persone intolleranti al lattosio. Infatti  il lattosio scompare nelle primissime ore di vita del prodotto perché si trasforma in acido lattico, e questo è uno dei cardini del peculiare processo produttivo. Quanto sopra è stato documentato anche in modo sperimentale attraverso una serie di analisi dalla quale è emerso che la concentrazione del lattosio è risultata con un range compreso tra“non dosabile” e 0.39 mg/100 gr equivalenti a 0,1 mg/100 kcal: di conseguenza il Parmigiano Reggiano può essere senza dubbio definito un alimento privo di lattosio. (Fonte: Consorzio Tutela Parmigiano Reggiano)

La storia.  Il re dei formaggi ha origini antichissime; fonti bibliografiche testimoniano che un formaggio cotto, simile all’attuale Parmigiano-Reggiano era tipico della regione Cisalpina già al tempo di Plinio. Notizie più precise sulla sua produzione risalgono alla epoca medievale quando i monaci benedettini e cistercensi della pianura padana, grazie alla bonifica delle paludi e al dissodamento dei campi, riuscirono a foraggiare numerosi capi di bovini, necessari alla produzione di questo meraviglioso prodotto caseario (servono circa sedici litri di latte  per ogni chilogrammo di formaggio).

Lavorazione Il Parmigiano-Reggiano è ancora  prodotto come otto secoli fa con metodo artigianale naturale. Si usa il latte perfettamente sano di bovine che sono alimentate  prevalentemente con foraggi della zona d’origine, che comprende  la provincia di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna (a sinistra del Reno) e Mantova (a sud del Po). L’alimentazione degli animali è curata nel rispetto di un rigido regolamento che impedisce l’uso di foraggi insilati e alimenti fermentati.
Al latte della sera, parzialmente scremato, viene aggiunto il latte intero del mattino e versato in caldaie di rame (hanno la forma di una  campana rovesciata). Il caglio di vitello e il siero innesto, ricco di fermenti lattici naturali, coagulano il latte in pochi minuti. Dopo essere stata frammentata e ridotta in granuli con uno strumento apposito, lo “spino”, la cagliata è cotta ad una temperatura di 55 gradi centigradi. La massa caseosa che precipita sul fondo viene estratta dopo circa 30 minuti, tagliata in due parti  e avvolta in una tipica tela; poi viene messa in una “fascera”, una fascia di contenimento che darà al formaggio la sua forma definitiva.
Sopra ogni formaggio si applica una placca di caseina con un numero progressivo della forma di formaggio e il numero di matricola del caseificio; in questo modo è sempre rintracciabile la provenienza di ogni singola forma di formaggio. Le forme di Parmigiano-Reggiano sono poi immerse in una soluzione satura di acqua e sale per circa un mese, dopo di ché sono poste su assi di legno per una asciugatura naturale e la successiva stagionatura. La parte esterna del formaggio si asciuga formando una crosta naturale, senza trattamenti, perciò perfettamente edibile.
Dopo un anno gli esperti del consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano controllano il formaggio e verificano i requisiti perché sia certificato Denominazione di Origine Protetta.

Garanzie. La sua  produzione è regolamentata e controllata per legge dal Consorzio di Tutela  del Parmigiano-Reggiano. L’utilizzo di latte crudo, l’esclusione di additivi, l’impiego di fermenti lattici naturali e la stagionatura di almeno 12 mesi sono gli elementi fondamentali per il riconoscimento della  D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta riconosciuta dall’Unione Europea) di questo eccellente formaggio.  Il Consorzio del Parmigiano-Reggiano provvede alla marchiatura solo delle forme che superano il controllo di qualità e di origine.

Valori nutrizionali

Valori nutrizionali per 100 g di prodotto

Energia 392 KCal / 1633 kJ
Grassi 28,00 g
   - di cui acidi grassi saturi 17,00 g
Carboidrati 0,00 g
   - di cui zuccheri 0,00 g
Proteine 33,00 g

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

13 altri prodotti della stessa categoria: